Lo stemma del comune di Quartu Sant'Elena
Comune di Quartu Sant'Elena
Più grande Più piccolo Stampa Feed RSS
immagine di testata Torna alla home page
venerdì, 24 novembre 2017
Sport e tempo libero

Erogazione contributi per manifestazioni di spettacolo e attività culturali

Che cosa sono
Sono contributi economici erogati per attività e iniziative (senza fini di lucro) volte a favorire la crescita culturale, civile e sociale di Quartu Sant’Elena.
 
A chi si rivolgono
Possono beneficiare dei contributi per lo svolgimento di attività e manifestazioni:
- enti pubblici;
- organismi privati (associazioni, fondazioni, istituzioni, cooperative, ecc.) costituiti con atto notarile;
- associazioni e comitati costituiti in forma scritta anche non pubblica il cui atto costitutivo sia almeno registrato ed esplicitati gli scopi e gli organi responsabili.
Non possono accedere ai contributi:
- partiti;
- associazioni sindacali, professionali e di categoria;
- patronati;
- associazioni che hanno come finalità la tutela economica degli iscritti.
L’Amministrazione concede contributi per lo svolgimento delle attività di seguito riportate:
Manifestazioni e iniziative volte a promuovere la cultura musicale, teatrale, cinematografica e delle arti in generale; iniziative e attività di promozione e diffusione della cultura, del patrimonio, delle tradizioni popolari e della lingua della realtà territoriale locale; pubblicazioni inerenti la storia del Comune e del suo territorio; iniziative volte a fare di Quartu Sant’Elena un luogo di incontro e di scambio tra la cultura sarda e le altre regioni, tra quella italiana e internazionale; studi, ricerche e promozione volte ad approfondire i molteplici aspetti della condizione femminile nell’ambito degli interventi volti a realizzare pari opportunità tra uomini e donne.
 
Dove rivolgersi
UFFICIO PROTOCOLLO GENERALE
via:Capitano Eligio Porcu 141 - piano terra
tel. 070 8601 2626
 
Cliccare qui per conoscere orari e giorni di apertura al pubblico
 
UFFICIO CULTURA E SPETTACOLO
via Cap. Eligio Porcu 141 - settimo piano
tel. 0708601 2245
 
Cliccare qui per conoscere orari e giorni di apertura al pubblico
 
Come si fa
Le domande, una per ogni singola iniziativa, da redigersi in carta semplice sull'apposito modulo predisposto dagli uffici del Settore Cultura, sottoscritte dal legale rappresentante del sodalizio devono essere presentate all’Ufficio Protocollo Generale del Comune.
Scadenza della domanda:
entro il 31 gennaio di ogni anno, per le iniziative da svolgersi tra il 1 marzo e il 31 agosto;
entro il 15 luglio di ogni anno per le iniziative da svolgersi tra il 1 settembre al 28/29 febbraio.
In caso di inoltro a mezzo posta con raccomandata A.R. la data utile ai fini del rispetto del termine di scadenza sarà quello di spedizione.
Entro 30 giorni dall’approvazione del bilancio comunale la Giunta adotta la deliberazione che stabilisce la concessione dei contributi e benefici economici.
La liquidazione del contributo viene disposta per il 50% dell’importo assegnato contestualmente al provvedimento di concessione.
Entro sei mesi dalla conclusione dell’iniziativa, ai fini della liquidazione del saldo del contributo concesso, il soggetto beneficiario è tenuto a presentare un rendiconto finanziario compilando l'apposita modulistica. Nel caso di mancata realizzazione del programma il soggetto beneficiario è tenuto a restituire l’anticipo ricevuto.
 
Eventuali motivi di decadenza dal contributo
Decadono dal beneficio del contributo i soggetti che:
- non realizzano entro il periodo di riferimento l’iniziativa finanziata;
- non presentano la documentazione a consuntivo;
- modificano sostanzialmente il programma dell’iniziativa senza l’autorizzazione dell’Amministrazione.
 
Documentazione da allegare alla richiesta di erogazione del contributo
  • Atto costitutivo e statuto;
  • dettagliata relazione illustrativa dell’iniziativa nella quale siano evidenziati: tipologia, programma, scopi, destinatari, tempi e luoghi di svolgimento;
  • piano analitico delle spese che il richiedente prevede di sostenere contenente l’indicazione delle strutture e delle risorse umane da impegnare e le note esplicative in relazione alla base di calcolo adottate;
  • bilancio preventivo a “pareggio” anche se la quota del Comune non copre l’intera differenza tra entrate e uscite;
  • curriculum dell’organismo;
  • dichiarazione sostitutiva di Atto notorio sul regime IVA adottato e in ordine alla non applicabilità della ritenuta d’acconto di cui all’art.28 co.2 DPR 600 del 29/09/1973;
  • dichiarazione sostitutiva di Atto notorio dalla quale risulti che il sodalizio non costituisce, nemmeno indirettamente, articolazione politico-organizzativa di nessun partito così come previsto dall’art.7 Legge 195 del 2/5/1974 e art.4 Legge 659 del 18/11/1981.
Documentazione da allegare alla rendicontazione
  • Relazione tecnico-artistica sull’attività svolta nella quale siano evidenziati il calendario delle iniziative e i risultati conseguiti (sia in termini culturali sia in termini di riscontro di pubblico);
  • materiale di stampa ed eventuale rassegna stampa;
  • dichiarazione del legale rappresentante in ordine alle entrate e alle uscite e alla copertura della spesa non finanziata dall’Amministrazione comunale;
  • certificazione SIAE per le manifestazioni per cui è previsto l’obbligo e certificazione ENPALS;
  • elenco analitico delle spese effettuate, regolarmente quietanzate, ordinate e numerate secondo il prospetto predisposto dagli uffici;
  • dichiarazione del legale rappresentante del sodalizio beneficiario attestante la rispondenza della documentazione elencata alla normativa vigente e l’indicazione del domicilio fiscale presso il quale sarà custodita;
  • giustificativi di spesa fiscalmente validi di valore complessivo superiore di almeno il 20% rispetto al contributo concesso.

Ulteriori informazioni
I sodalizi ammessi a contributo devono perseguire finalità culturale senza scopo di lucro e risultare costituiti da almeno 24 mesi dal momento della richiesta.
Il contributo concesso dall’Amministrazione non potrà superare il 70% dell’importo del preventivo documentato e terrà conto della somma effettivamente spesa e dell’eventuale concorso finanziario di altri soggetti.
Contributi non preventivati entro i termini di scadenza possono essere concessi per motivi di particolare rilievo adeguatamente documentati. Per tali attività potranno essere utilizzate risorse finanziarie per un importo non superiore del 20% del fondo previsto in bilancio per la concessione dei contributi per le attività culturali.

    Documenti disponibili
ultima modifica: 01-11-2010 00:00:00
ALBO PRETORIO
BANDI E CONCORSI
Sito conforme WCAG 1.0 WAI-AA Sito conforme alle linee guida sull'accessibilità (L. 4/2004)
Sito realizzato da acagliari.it