Lo stemma del comune di Quartu Sant'Elena
Comune di Quartu Sant'Elena
Più grande Più piccolo Stampa Feed RSS
immagine di testata Torna alla home page
sabato, 18 novembre 2017

Bilancio 2010 e Rendiconto 2009

Le pagine web raggiungibili dai link sottostanti intendono presentare ai cittadini il bilancio del Comune di Quartu Sant’Elena in maniera chiara e accessibile, al fine di rendere noto a tutti la fonte di provenienza delle risorse a disposizione (entrate) e come le stesse vengono utilizzate (spesa).
Il Consiglio Comunale delibera annualmente il bilancio di previsione finanziario redatto in termini di competenza, per l'anno successivo, osservando i principi di unità, annualità, universalità ed integrità, veridicità, pareggio finanziario e pubblicità. La situazione corrente non può presentare un disavanzo. Il totale delle entrate finanzia indistintamente il totale delle spese, salvo le eccezioni di legge. L'unità temporale della gestione è l'anno finanziario, che inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre dello stesso anno; dopo tale termine non possono più effettuarsi accertamenti di entrate e impegni di spesa in conto dell'esercizio scaduto. Con il bilancio di previsione il Consiglio Comunale, nell’ambito della sua funzione di indirizzo e di programmazione, assegna i mezzi finanziari ai servizi, la cui ulteriore specificazione spetterà poi alla Giunta in sede di Piano Esecutivo di Gestione (P.E.G).
 
Dopo l’approvazione del bilancio preventivo segue la gestione dello stesso attraverso le fasi di entrata (accertamento, riscossione e versamento) e di spesa (impegno, liquidazione e pagamento).
 
La dimostrazione dei risultati di gestione avviene mediante il rendiconto, il quale comprende il conto di bilancio, il conto economico ed il conto del patrimonio. Il rendiconto è deliberato dall’organo consiliare dell’ente entro il 30 aprile dell’anno successivo, tenuto conto della relazione del collegio dei revisori.
Il conto del bilancio si conclude con la dimostrazione del risultato contabile di gestione e con quello contabile di amministrazione, in termini di avanzo, pareggio o disavanzo. Il conto economico evidenzia i componenti positivi (ricavi) e negativi (costi) dell’attività di gestione dell’ente attraverso criteri di competenza economica. Il conto del patrimonio rileva la consistenza del patrimonio al termine dell’esercizio evidenziando le variazioni patrimoniali intervenute nel corso dello stesso rispetto alla consistenza iniziale.
I risultati della gestione, in sede di rendicontazione, vengono esposti sia in termini finanziari ( conto del Bilancio) che in termini economico-patrimoniale ( conto economico e patrimoniale), la dimostrazione delle relazioni esistenti tra i diversi aspetti dei fatti gestionali viene evidenziata nel prospetto di conciliazione, il quale costituisce allegato al conto economico. Pertanto con la co.mpilazione del prospetto di conciliazione si ottiene una visione d’insieme delle risultanze della gestione consentendo una lettura in chiave economica e patrimoniale dei risultati finanziari.
Nel menù possono essere consultati i documenti fondamentali elaborati dal settore Bilancio, Economato e Contabilità in fase di programmazione e di rendicontazione dei risultati di gestione:
Il Bilancio di Previsione dell’esercizio di competenza, il Bilancio pluriennale, la Relazione previsionale e programmatica, il calcolo dell’obiettivo programmatico del Patto di stabilità, il Programma Triennale delle Opere Pubbliche e l’elenco annuale dei lavori;
- Il Rendiconto della gestione, composto dal conto del bilancio, conto economico, conto patrimoniale e prospetto di conciliazione. Allegati obbligatori come Relazione al rendiconto della Gestione e Relazione Tecnica della Gestione Finanziaria , Residui attivi e passivi conservati, Parametri deficitari e Patto di stabilità con il calcolo del saldo finanziario a consuntivo.

 

Bilancio 2010


Estratto dei dati di bilancio e rendiconto


Rendiconto 2009

 

ultima modifica: 22-07-2013 11:19:34
ALBO PRETORIO
BANDI E CONCORSI
Sito conforme WCAG 1.0 WAI-AA Sito conforme alle linee guida sull'accessibilità (L. 4/2004)
Sito realizzato da acagliari.it