Lo stemma del comune di Quartu Sant'Elena
Comune di Quartu Sant'Elena
Più grande Più piccolo Stampa Feed RSS
immagine di testata Torna alla home page
domenica, 19 novembre 2017

TARSU


ATTENZIONE: a decorrere dal 1° gennaio 2014 la  nuova TARI sostituisce tutti i prelievi tributari relativi alla gestione dei rifiuti urbani. Vedi scheda informativa su IUC/TARI.

Per informazioni e modulistica riguardanti la TARES, cliccare qui.
 


Che cos'è

La TARSU è la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani.

Chi deve pagare
Chi occupa o detiene locali ed aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, esistenti nel territorio comunale. Tutti coloro, persona fisica o giuridica, italiana o straniera, che iniziano a occupare o a detenere locali ed aree scoperte devono presentare "denuncia di iscrizione" indipendentemente dalla iscrizione anagrafica.
N.B. La denuncia di iscrizione o di qualsiasi altra variazione (cambio immobile o locali, aumento o diminuzione superficie, voltura intestatario, ecc.) deve essere presentata entro il 20 gennaio dell’anno successivo all’inizio della detenzione/occupazione o della variazione.

In mancanza di variazioni la denuncia ha effetto anche per gli anni successivi.

Modulo per la denuncia di iscrizione ABITAZIONI (file .pdf)

Modulo per la denuncia di iscrizione DIVERSI DA ABITAZIONE (file .pdf)


Dove rivolgersi
UFFICIO TRIBUTI - TARSU
via Cap. Eligio Porcu 141 - quinto piano
tel. 070 8601 2213-2251-2318
fax: 070 8601 2212
e-mail: tarsu.tributi@comune.quartusantelena.ca.it
PEC (posta elettronica certificata): protocollo@pec.comune.quartusantelena.ca.it 
 
Cliccare qui per conoscere orari e giorni di apertura al pubblico


Decorrenza
La tassa decorre o cessa dal bimestre solare successivo a quello di detenzione o di cessazione.

Superfici tassabili
  • Per le utenze domestiche: tutte le superfici coperte dell’abitazione, anche di natura pertinenziale o accessoria (cantine, solai, garage, posto auto coperto) esclusi balconi e verande aperte. Per la descrizione dettagliata dei locali ed aree tassabili vedere il Regolamento TARSU agli artt.7/8.
    Sono escluse le unità immobiliari completamente libere da persone e cose senza utenza elettrica ed idrica.

  • Per le utenze non domestiche: tutte le superfici coperte a qualsiasi uso adibite comprese le aree scoperte di carico e scarico, di esposizione e di vendita all’aperto, di parcheggi dei mezzi aziendali, depositi di materiali, giardini attrezzati e spazi operativi per bar, circoli, ristoranti e alberghi. Sono escluse le superfici coperte in ristrutturazione, i locali attrezzati ed utilizzati per lo svolgimento di attività sportive o ginniche, i locali dove si producono rifiuti speciali, tossici o nocivi ed ospedalieri-medicali, locali tecnici, inagibili o non idonei all’utilizzo.  


Categorie e tariffe

Categorie e tariffe per l'anno 2012 (approvate con Del. CC n°46 del 12.06.2012) (file .pdf)


Come si paga
Il contribuente riceve per posta un avviso bonario di pagamento (RAV) con l’indicazione della superficie, dell’indirizzo dell’immobile tassato e con la ripartizione dell’importo totale in quattro rate bimestrali oppure con il bollettino in un’unica soluzione da pagare entro l’ultima scadenza prevista. Se il contribuente non paga in tutto o in parte entro l’ultima scadenza utile, gli verrà notificata la cartella di pagamento con la ripartizione dell’importo totale o parziale in due rate aumentato delle spese di notifica.
Il pagamento può essere effettuato:
- presso il concessionario EQUITALIA SARDEGNA Spa (sede di Quartu Sant’Elena, p.zza Dessì, 1° piano Mercato Civico, tel. 070.826016)
- presso le poste con c/c postale intestato sempre alla EQUITALIA SARDEGNA Spa n. 13343090 indicando nella causale “versamento tassa rifiuti anno ____” n° avviso di pagamento e codice fiscale.

Sanzioni ed interessi
Per l’omessa presentazione della denuncia originaria o di variazione si applica la sanzione del 100% della tassa dovuta.
Per l’infedele o l’incompleta denuncia si applica la sanzione del 50% della maggiore tassa dovuta. Le sanzioni indicate sono ridotte a un quarto se, entro il termine per ricorrere in Commissione Tributaria (60 giorni), interviene adesione del contribuente all’avviso di accertamento inviato dal Comune.
Sulle somme dovute a titolo di imposta si applicano gli interessi per ritardata iscrizione a ruolo nella misura del 2,5% semestrale.
 

Discarico/sgravio
Nel caso in cui l’immobile o l’area siano stati venduti, oppure siano vuoti, inutilizzabili, o inagibili, è possibile chiedere il discarico/sgravio e quindi la cancellazione dai ruoli.

Modulo per la richiesta di discarico/sgravio (file .pdf)


Cessazione di occupazione locali
Chi cessa di occupare i locali a qualsiasi uso destinati, deve darne comunicazione all’Ufficio Tributi del Comune mediante apposita denuncia  entro il 20 gennaio dell'anno successivo alla cessazione. La cessazione dà diritto al discarico o al rimborso della tassa a decorrere dal primo giorno del bimestre solare successivo a quello in cui è stata presentata la denuncia stessa.
Se la denuncia non viene presentata nel corso dell’anno di cessazione, la tassa non è dovuta per le annualità successive al rilascio dell’immobile, solo se il contribuente dimostra di non aver continuato l’occupazione o la detenzione dei locali e la tassa sia stata pagata dal subentrante.

Modulo per la denuncia di cessazione (file .pdf)


Cessazione per decesso
In caso di cessazione dell'occupazione/detenzione del locale/area a causa del decesso del titolare, gli eredi devono comunicarlo utilizzando l'apposito modulo. La mancata o incompleta indicazione del motivo di cessazione non consente infatti di effettuare la cancellazione del tributo dell'immobile lasciato.
 
Modulo per la denuncia di cessazione per persone fisiche decedute (file .pdf) 


Comunicazione di cessione in locazione o uso
Ai fini dell'applicazione della TARSU, qualora l'immobile sia ceduto in locazione o in uso, il proprietario deve darne comunicazione entro il 20 gennaio dell'anno successivo alla cessione in locazione/uso.

Modulo per la comunicazione di cessione in locazione o uso (file .pdf)
 
Riduzioni (Vedere il Regolamento Comunale agli artt. 9/10/11 e 13)

LOCALI DESTINATI AD ATTIVITA' PRODUTTIVE:Qualora i locali siano destinati a determinate attività produttive e di servizio è possibile fare richiesta di riduzione della tassa. La domanda deve essere ripresentata ogni anno.

Modulo per la richiesta di riduzione – attività particolari (file .pdf)

LOCALI OCCUPATI DA UNA SOLA PERSONA SOLA / USO DISCONTINUO O STAGIONALE: È possibile chiedere la riduzione anche qualora i locali siano occupati da una sola persona o siano usati in modo discontinuo/stagionale, e per alcuni altri casi specifici (vedere il Regolamento Comunale all’art. 13).

Modulo per la richiesta di riduzione – singolo occupante o uso discontinuo (file .pdf)

Qualora tuttavia i locali non siano più occupati da una sola persona, o l'utilizzo non sia più discontinuo/stagionale, o ancora i locali siano stati locati o ceduti ma il proprietario intenda mantenere la tassazione a proprio carico, occorre darne comunicazione utilizzando il modulo scaricabile al seguente link:
 

Dilazioni somme dovute
Con deliberazione del Consiglio Comunale n.141 del 29.12.08 l'incarico è stato conferito a Equitalia Sardegna Spa. Pertanto le domande di dilazione andranno indirizzate direttamente a Equitalia Sardegna, presso il mercato civico sito in piazza Dessì, al primo piano.

Normativa di riferimento
 

Decreto Legislativo 507/1993
Deliberazione Consiglio Comunale 83/1998, "Assimilazione ai rifiuti urbani dei rifiuti speciali non pericolosi"
Decreto Legislativo 22/1997.
Decreti Legislativi 471, 472, 473 del 18/12/1997 (sistema sanzionatorio).
Decreto Legislativo 546/1992 (contenzioso tributario)

Vedi anche:
TARSU - domande frequenti

TARES - Denunce, iscrizioni ed esenzioni

ultima modifica: 30-11-2015 13:51:16
ALBO PRETORIO
BANDI E CONCORSI
Sito conforme WCAG 1.0 WAI-AA Sito conforme alle linee guida sull'accessibilità (L. 4/2004)
Sito realizzato da acagliari.it