Lo stemma del comune di Quartu Sant'Elena
Comune di Quartu Sant'Elena
Più grande Più piccolo Stampa Feed RSS
immagine di testata Torna alla home page
sabato, 18 novembre 2017
Tasse e tributi

TARES

A partire dal 1° gennaio 2013 il Tributo Comunale sui Rifiuti e Servizi (TARES) ha sostituito la Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU). La disciplina di riferimento è stabilita dall’art. 14 del D.L. n. 201/2011, e successive modificazioni, dall’art. 10, commi 2 e 3, del D.L. 8 aprile 2013, n. 35  e dal Regolamento Comunale approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 73 del 23 luglio 2013, deliberazione Consiglio Comunale n. 141 del 29 novembre 2013.
Attenzione: a decorrere dal 1° gennaio 2014 è entrata in vigore la nuova TARI, che sostituisce quindi tutti i prelievi tributari relativi alla gestione dei rifiuti urbani. Per maggiori informazioni, vedi scheda informativa su IUC/TARI.

Composizione del tributo
Il tributo è articolato in due voci:
- la componente tassa, destinata alla copertura integrale del costo del servizio di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati agli urbani;
- la maggiorazione, riferita ai servizi indivisibili resi dai Comuni, che per l’anno 2013 è destinata allo Stato.

Chi deve pagare
Il tributo è dovuto da chiunque possieda, occupi o detenga, locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. In caso di utilizzi temporanei, di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, il tributo non è dovuto dagli occupanti o conduttori ma direttamente da chi detiene l’immobile a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione, superficie.

Per i soggetti non residenti in Italia, vedere questo link: TARES - Modalità di versamento Tares 2013 per soggetti non residenti nel territorio dello Stato

Superficie imponibile
Ai fini dell’applicazione del tributo, salvo che non siano state dichiarate o accertate nel corso del 2013 ai fini TARES, si considerano le superfici già denunciate o accertate ai fini della Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani di cui al D. Lgs. n. 507/1993.

Tariffa del tributo
Il tributo è corrisposto in base ad una tariffa annuale. Le tariffe del tributo per l’anno 2013 sono state approvate con deliberazione del Consiglio Comunale n. 75 del 23/7/2013.

Articolazione della Tariffa
La tariffa è composta da una quota fissa, determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio, riferite in particolare agli investimenti per opere e ai relativi ammortamenti, e da una quota variabile rapportata alla quantità dei rifiuti conferiti, alle modalità del servizio fornito e all’entità dei costi di gestione, in modo che sia assicurata la copertura integrale del costo del servizio.
La tariffa è stabilita distintamente per  Utenze Domestiche e Utenze NON Domestiche, secondo le previsioni del Decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158.
Per le Utenze Domestiche la quota fissa della tariffa è determinata applicando alla superficie dell’immobile, e dei locali che ne costituiscono pertinenza, le tariffe per unità di superficie parametrate al numero degli occupanti. La quota variabile è determinata invece in relazione al numero degli occupanti.
Per le Utenze non domestiche, sia la quota fissa che la quota variabile sono determinate in base ai coefficienti di potenziale produzione di rifiuti.

Maggiorazione
Alla tariffa relativa al tributo comunale si applica la maggiorazione a copertura dei costi relativi ai servizi indivisibili dei comuni pari ad € 0,30 al mq.

Tributo Provinciale
E’ stabilito nella misura del 5%, per l'esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene dell'ambiente previsto dall’art.19 del D.Lgs n. 504/1992.

Pagamento del tributo
Per l’anno 2013 il versamento del tributo è suddiviso in  tre rate scadenti il 16 agosto 2013 (1° acconto), il 16 ottobre 2013 (2° acconto) ed il 31 dicembre 2013 (saldo).
 
Per il pagamento del saldo dovranno essere utilizzati i mod. F24 allegati alle comunicazioni inviate agli utenti.

il  31 dicembre 2013 è anche il termime ultimo per il pagamento degli eventuali acconti non ancora pagati,  per non incorrere nelle sanzioni previste dalla legge.
ultima modifica: 06-05-2014 10:48:07
ALBO PRETORIO
BANDI E CONCORSI
Sito conforme WCAG 1.0 WAI-AA Sito conforme alle linee guida sull'accessibilità (L. 4/2004)
Sito realizzato da acagliari.it