Lo stemma del comune di Quartu Sant'Elena
Comune di Quartu Sant'Elena
Più grande Più piccolo Stampa Feed RSS
immagine di testata Torna alla home page
giovedž, 23 novembre 2017
Cittadinanza e famiglia

Affidamento dei minori (affido familiare)

 

Che cos’è

Il minore che sia temporaneamente privo di un ambiente familiare idoneo, nonostante gli interventi di sostegno e aiuto, può essere affidato ad una famiglia o ad una persona singola (anche un parente), in grado di assicurargli il mantenimento, l’educazione, l’istruzione e le relazioni affettive di cui ha bisogno. L’affido mira al reinserimento del minore nella sua famiglia d’origine, e ha come obiettivi creare per lui una condizione migliore di vita, recuperare eventuali ritardi psico-sociali e pedagogici, garantire l’integrazione scolastica e sociale, migliorare la relazione con la famiglia d’origine e superare il disagio.

L’affidamento può anche prevedere l’inserimento in una comunità di tipo familiare o in una struttura di assistenza.

Agli affidatari viene riconosciuto un contributo economico per il mantenimento del minore affidato.

A chi si rivolge

A minori in condizioni di disagio psico-sociale e pedagogico temporaneamente privi di un ambiente familiare idoneo.


Dove rivolgersi
SETTORE SERVIZI SOCIALI
via Cilea 19
tel. 070 834091  fax: 070 8340 9710

Dove presentare la domanda

UFFICIO PROTOCOLLO GENERALE
via Cap. Eligio Porcu 141 - piano terra
 

Come si fa

L’affidamento familiare è disposto dai Servizi Sociali con il consenso dei genitori o del tutore, sentito il minore che ha compiuto i dodici anni (o anche di età inferiore, a seconda dei casi). Se manca l’assenso dei genitori che esercitano la potestà o quello del tutore, provvede il Tribunale dei Minori.


Normativa

Legge 184/83 "Disciplina dell’adozione e dell’affidamento dei minori"

Legge 149/01 

ultima modifica: 26-11-2010 15:53:41
ALBO PRETORIO
BANDI E CONCORSI
Sito conforme WCAG 1.0 WAI-AA Sito conforme alle linee guida sull'accessibilità (L. 4/2004)
Sito realizzato da acagliari.it